sabato 19 gennaio 2008

Il P.D. corre da solo.

11 commenti:

Carlomagno ha detto...

per andare dove?

Spartacus Quirinus ha detto...

Forse è meglio perdere da soli che continuare a "perdere" con una maggioranza da Mastella a Diliberto!

Franca ha detto...

L'intenzione è apprezzabile.
Accettare il rischio di perdere per creare coalizioni simili mi sta bene, ma tra il dire e il fare...

Skeight ha detto...

Se Veltroni vuole correre da solo deve essere coerente.
Innanzitutto il PD deve togliere la fiducia a Prodi, non ha senso stare al governo con partiti con cui non si vuole governare.
Poi deve impedire ogni riforma della legge elettorale e andare al referendum, perché è quello il mezzo per dare potere a due singoli partiti.
Infine, dovrà dare al PD un programma coerente.
Vediamo se si crede capace di fare una cosa simile, e se gli elettori di centrosinistra glie lo perdoneranno...

GG ha detto...

Esatto, sono d'accordo con Skeight.

E allora, col referendum, sapremo bene chi riempire di pernacchie quando Berlusconi col 28% prenderà automaticamente il 55% delle due camere... :D A questo punto spero per Veltroni che il suo bel partitone abbia le carte per vincere...

mario ha detto...

D'accordo con gg anche se il dibattito è surreale.
Si parla di democrazia e si vuole affermare il principio che con il 30% dei consensi si governa.Berlinguer aveva paura a governare con il 51 Veltroni no.
Ho idea che ci prepariamo ad una grande stagione.

Anonimo ha detto...

Non credo andranno molto lontano...
Un caro saluto
-Vulcanochimico-

Riverinflood ha detto...

Veltroni corre da solo e Berlusconi,dice Uolter, faccia lo stesso. E dopo che han corso finiranno in quel posto dove di solito portano le genti che votano per loro.

raser ha detto...

ma chi quello in bici con la coppola, cuffaro?

Lario3 ha detto...

Ah-ah-ah!!! :-D

Grazie mille per il commento, CIAO!!!

johnny ha detto...

Ma dovrebbero far ridere queste tristissime vignette?